COSI’ E’ CHI AMA

15-marzo 2009

Cari amici Viandanti..volevo riportare alla vostra attenzione questa splendida poesia..postata all’incirca un anno fa…e  che oggi più che mai

“VIVE IN ME”

Dedicata ad una donna, il cui coraggio di vivere e di morire è il miglior esempio di amore che io abbia mai visto..

Ringrazio DIO, per averti conosciuto…

tramonto-e-sassi.jpg

SASSI AL TRAMONTO-foto Luigi Conti

“COSI’ E’ CHI AMA

Chi ama vive di più perché sospende il tempo.
Così l’anima dimora nella nostra sorte.
Così quest’ora è un’ora che è sempre stata.

Così un ruscello d’acqua non scorre più via,
così un fruscio del vento è sempre gonfio d’aria,
così l’alternarsi del dì e della notte svanisce,
così tutto il divenire in sé diventa un ripetersi continuo
della stessa bella cosa.

Chi ama svuota ogni cosa dal tempo e la riempie dell’eternità,
che è nascosta a chi odia,
che è nascosta a chi è come un sasso
di fronte a un fiore che sboccia.

Luigi Conti

Informazioni su nunzy conti

“L’Astrologia può essere definita come il primo tentativo, fatto dall’uomo, per portare nella sua vita di incertezze e paure, la sicurezza e l’ordine che egli intravvedeva nel cielo”(Dane Rudhyar). Astri e contrasti nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos,eliminare il grigio della mediazione, oltre a imporsi di semplificare il linguaggio per permettere a voi cari viandanti la decifrazione di un codice astrologico molto spesso negato ai più . Nunzy Conti
Questa voce è stata pubblicata in Amore, foto, Guerrieri di luce, Pensieri e parole, Poesia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a COSI’ E’ CHI AMA

  1. gabriele ha detto:

    EMOZIONI,QUANDO SCRIVI.
    E NELLA FOTO C’E’ UN CUORE CHE BATTE.
    GRAZIE

  2. Diemme ha detto:

    Oggi come mai questa poesia è così vera, stanotte si è spenta una grande persona, di quelle che hanno illuminato quelli che le stavano intorno con la sua vita e persino con la sua morte. Dio le ha donato una vita splendida, e l’ha graziata con una sofferenza breve nel momento in cui l’ha voluta richiamare a lei.

    Vi sono vicina, ti abbraccio.

  3. massimo ha detto:

    Io , cara nunzy ti dico solo che è una poesia meravigliosa!
    … lo sento col cuore. Difficile da scrivere.
    un bacione, massimo

  4. Diemme ha detto:

    Quando ho letto questa storia, chissà com’è mi ha ricordato S.

    “Un uomo anziano si era ammalato gravemente. Il suo parroco andò a visitarlo in casa. Appena entrato nella stanza del malato, il parroco notò una sedia vuota, sistemata in una strana posizione, accanto al letto su cui riposava l’anziano e gli domandò a che cosa serviva.
    L’uomo gli rispose, sorridendo debolmente: “Immagino che ci sia Gesù seduto su quella sedia e prima che lei arrivasse gli stavo parlando…. Per anni avevo trovato estremamente difficile la preghiera, finché un amico mi spiegò che la preghiera consiste nel parlare con Gesù. Così ora immagino Gesù seduto su una sedia di fronte a me e gli parlo e ascolto cosa mi dice in risposta. Da allora non ho più avuto difficoltà nel pregare”.
    Qualche giorno dopo, la figlia dell’anziano signore si presentò in canonica per informare il parroco che suo padre era morto.
    Disse: “L’ho lasciato solo per un paio d’ore. Quando sono tornata nella stanza l’ho trovato morto con la testa appoggiata sulla sedia vuota che voleva sempre accanto al suo letto”.

    Riposa in pace S., con la tua guancia sulle Sue ginocchia.

  5. nunzy conti ha detto:

    ..Amici cari..
    grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...