UNA VOLTA ERO L’UOMO DELLA TERRA

foto luigi conti

Una volta ero l’uomo della terra,

oggi sono l’uomo del tempo

Sono le otto.

Il sole picchia come il martello.

Per tante persone è il solito giorno, per me è una moltitudine di giorni.

Ecco allora che per gli altri il giorno è uno soltanto:

quello che va dalla mattina alla sera;

quello fatto del sorgere e del tramontare del sole.

Per me invece il giorno è fatto di tanti giorni o,

addirittura, da nessuno.

In questo caso vago senza tempo.

Ciò dipende da come scorre dentro di me.

A volte con il pensiero passo dalla terra alla luna,

poi alle stelle, poi all’infinita eternità,

così alla fine mi perdo il tempo

e con esso anche il giorno.

LUIGI CONTI

Informazioni su nunzy conti

“L’Astrologia può essere definita come il primo tentativo, fatto dall’uomo, per portare nella sua vita di incertezze e paure, la sicurezza e l’ordine che egli intravvedeva nel cielo”(Dane Rudhyar). Astri e contrasti nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos,eliminare il grigio della mediazione, oltre a imporsi di semplificare il linguaggio per permettere a voi cari viandanti la decifrazione di un codice astrologico molto spesso negato ai più . Nunzy Conti
Questa voce è stata pubblicata in foto, Pensieri e parole, Poesia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a UNA VOLTA ERO L’UOMO DELLA TERRA

  1. solitudine ha detto:

    “Per tante persone è il solito giorno, per me è una moltitudine di giorni.”
    mi racconta perfettamente
    bello il sito
    ciao

  2. angelo ha detto:

    straordinaria,complimenti!

  3. sergio ha detto:

    Sono dei versi che toccano il cuore
    la storia di una tristezza
    il male di vivere
    la tragedia di essere mortali e limitati dai nostri stessi confini di umanità.

  4. umberto ha detto:

    BRAVO LUIGI!!!
    CON PROFONDA STIMA

  5. Edo ha detto:

    “A volte con il pensiero passo dalla terra alla luna,

    poi alle stelle, poi all’infinita eternità,

    così alla fine mi perdo il tempo

    e con esso anche il giorno.”
    …è davvero un momento splendido
    continua a scrivere non fermarti
    edo

  6. simona ha detto:

    BELLA,DAVVERO

  7. gabry ha detto:

    queste parole raccontano l’anima di un poeta che vive il tempo a lui dato con la tristezza dell’attimo che fugge nel infinito.
    complimenti

  8. nunzy conti ha detto:

    GRAZIE A TUTTI VOI
    MIO FRATELLO E’ DAVVERO UN UOMO SPECIALE

  9. stellasolitaria ha detto:

    …le tue parole hanno commosso il mio animo…le tue parole hanno fatto riaffiorare ricordi…le tue parole nella loro nebbia solo luminose…le tue parole sono parole di una persona speciale…

  10. donnaemadre ha detto:

    E’ bellissima… anch’io sono stata colpita soprattutto dai versi citati da Edo e Solitudine; non mi ritrovo invece col commento di Sergio, non vedo nelle parole di Luigi tristezza e solitudine, ma solo un modo più intenso e penetrante di rapportarsi alla vita.

    Ma in fondo, il bello dell’arte sta proprio nella diversità delle emozioni che suscita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...