Metamorfosi,storia di una farfalla

(bozzolo)

A volte la vita ci sembra difficile e lo scoglio da superare,insormontabile…poi per caso incontri una storia..e comprendi che….la metamorfosi passa attraverso la gioia della rinascita..dopo un lungo buio infinito dove non sei più e non sei ancora..

LA LEZIONE DELLA FARFALLA

Un giorno, apparve un piccolo buco in un bozzolo; un uomo che passava per caso, si mise a guardare la farfalla che per varie ore, si sforzava per uscire da quel piccolo buco.
Dopo molto tempo, sembrava che essa si fosse arresa ed il buco fosse sempre della stessa dimensione.
Sembrava che la farfalla ormai avesse fatto tutto quello che poteva, e che non avesse più la possibilità di fare niente altro.
Allora l’uomo decise di aiutare la farfalla: prese un temperino ed aprì il bozzolo.La farfalla uscì immediatamente.
Però il suo corpo era piccolo e rattrappito e le sue ali erano poco sviluppate e si muovevano a stento.
L’uomo continuò ad osservare perché sperava che, da un momento all’altro, le ali della farfalla si aprissero e fossero capaci di sostenere il corpo, e che essa cominciasse a volare.
Non successe nulla! In quanto, la farfalla passò il resto della sua esistenza trascinandosi per terra con un corpo rattrappito e con le ali poco sviluppate.
Non fu mai capace di volare.
Ciò che quell’uomo, con il suo gesto di gentilezza e con l’intenzione di aiutare non capiva, era che passare per lo stretto buco del bozzolo era lo sforzo necessario affinché la farfalla potesse trasmettere il fluido del suo corpo alle sue ali, così che essa potesse volare.
Era la forma con cui Dio la faceva crescere e sviluppare.

A volte, lo sforzo é esattamente ciò di cui abbiamo bisogno nella nostra vita.
Se Dio ci permettesse di vivere la nostra esistenza senza incontrare nessun ostacolo, saremmo limitati.
Non potremmo essere così forti come siamo. Non potremmo mai volare.
Chiesi la forza… e Dio mi ha dato le difficoltà per farmi forte.
Chiesi la sapienza… e Dio mi ha dato problemi da risolvere.
Chiesi la prosperità… e Dio mi ha dato cervello e muscoli per lavorare.
Chiesi di poter volare… e Dio mi ha dato ostacoli da superare.
Chiesi l’amore… e Dio mi ha dato persone con problemi da poter aiutare.
Chiesi favori… e Dio mi ha dato opportunità.
Non ho ricevuto niente di quello che chiesi…
Però ho ricevuto tutto quello di cui avevo bisogno.

Vivi la vita senza paura, affronta tutti gli ostacoli e dimostra che puoi superarli.

http://www.piuchepuoi.it/storie/

Informazioni su nunzy conti

“L’Astrologia può essere definita come il primo tentativo, fatto dall’uomo, per portare nella sua vita di incertezze e paure, la sicurezza e l’ordine che egli intravvedeva nel cielo”(Dane Rudhyar). Astri e contrasti nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos,eliminare il grigio della mediazione, oltre a imporsi di semplificare il linguaggio per permettere a voi cari viandanti la decifrazione di un codice astrologico molto spesso negato ai più . Nunzy Conti
Questa voce è stata pubblicata in Amicizia, favole e racconti, foto, Pensieri e parole e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

33 risposte a Metamorfosi,storia di una farfalla

  1. donnaemadre ha detto:

    Che aggiungere cara Nunzy… io vivo di queste storie, ho la libreria straripante di queste perle di saggezza di varie culture e religioni: questa è tra le più belle.
    Qualcuna ne avevo trascritta, ma la rottura dell’hard disk mi ha portato via quel piccolo patrimonio.
    Ve ne vorrei riproporre una, di uno straniero, un uomo buono che abitava in un villaggio e che, accusato ingiustamente, fu da tutti gli abitanti consegnato alla polizia. Quando, tempo dopo, venne fuori che quell’uomo era il Salvatore, il paese si giustificò affermando di avere ascoltato i testimoni. Gli fu risposto: “Avete ascoltato i testimoni: invece dovevate guardarlo negli occhi”.

    Un giorno o l’altro, a spasso tra i miei libri, la ritroverò… ma io la traccia ve l’ho data, se qualcuno la trova prima di me, mi faccia un fischio!

  2. piemme ha detto:

    Ho avuto appena il tempo di leggere il tuo post. E’ bellissimo e
    commovente, mi ha dato grande forza. Un vero inno alla vita. Complimenti!
    Serena e magica notte.

  3. nunzy conti ha detto:

    Cara diemme..anche io avevo pescato in rete un bel pò di queste “perle”.
    e guarda caso.inquesti giorni sto combattendo un virus balordo mangiaparole,che mi ha resettato il pc,e sai perchè mi trovo questa<<<<<<‘
    perchè l’avevo stampata per mio figlio….
    il resto perduto come le mie poesie….le mie foto…..
    saturno in 8a….perdere sempre qualcosa…..
    uffa…
    comunque mi metto alla ricerca anche io …di nuovo..
    un abbraccio e buona giornata..(ahimè la mia non lo sarà tanto..)

  4. nunzy conti ha detto:

    @piemme
    ..grazie…e buon viaggio…
    ti aspettiamo…buon pesci

  5. donnaemadre ha detto:

    Beh, io ce l’ho sui libri… e anche le mie poesie. Il problema è riscrivere tutto! Ma adesso ho la pen drive.

    I figli… questi magnifici sconosciuti… capita spesso che se alla fine abbiamo salvato qualcosa della nostra vita è solo grazie a loro…

    *** e non solo i racconti zen… ***

  6. nunzy conti ha detto:

    …tu sei una persona previdente…lo so
    io no..
    sono qui che scrivo scrivo…poi mi dico ok passo il materiale su chiavetta e invece…ahimè
    sto combattendo un mostro che si sta portando via i miei pensieri….

    “I figli..sono la mia terra”non sarei nulla senza di loro”

  7. Chiara Inesia ha detto:

    Cara Nunzy,

    bellissima questa storia ed è anche meravigliosa la foto che hai messo, ma l’hai fatta tu?
    Penso che, se non ti dispiacerà, ti copierò questa storiella ….e se la foto è la tua mi piacerebbe anche molto metterla nel mio blog, ovviamente con il tuo nome indicato.
    E’ davvero bellissima quella foto sia per l’idea, sia per come è stata realizzata.
    Buona serata, cari saluti!

    Chiara Inesia

  8. Chiara Inesia ha detto:

    Ciao Nunzy

    ancora io ….ho visto che la foto è in giro sul web, dunque ho pensato che non è tua e allora mi sono permessa di postare la storia e la foto sul mio blog così come hai fatto tu, spero non ti dispiaccia, comunque ti ho reso grazie per avere trovato la bella storia.
    Ciao!

    Chiara Inesia

  9. nunzy conti ha detto:

    chiara,che piacere averti qui…
    si la foto non è mia e non sono riuscita a sapere di chi è..mi piace scrivere sempre gli autori di tutto ciò che pubblico,ma a volte non è possibile e questa foto meritava davvero..
    Astrologicamente parlando ho sentito il potere della metamorfosi nettuniana….e tu? che ne pensi???
    ..sono contenta che hai pubblicato la storia…il messaggio che contiene va divulgato….
    un abbraccio e a presto..
    ho seguito le polemiche di quel famoso post…sul forum…
    e se sparirai….adesso so dove leggerti…
    W gli arieti..anche i più cocciuti,almeno sono sinceri schietti e leali..e non “discepolano”(consentimelo) mai!!!
    ciao
    nunzy

  10. Chiara Inesia ha detto:

    Ciao Nunzy,

    sì non scrivo più sul forum, cerco di essere coerente con ciò che dico e scrivo, anche perchè alla fine la proprietaria stessa del sito mi ha invitato a lasciarlo, dunque è giusto così. Anche se non nascondo che all’inizio ho sentito un pò di mancanza, ma è l’elaborazione del distacco da qualcosa che era diventato forse, per me, appunto un riferimento sbagliato.
    Comunque, ahimè, non sono stata sempre una grande ariete e ho “discepolato” ed anche “predicato” parecchio prima di rendermi conto, come ultimamente, che non esistono nè metodi nè maestri e che la verità e il vero maestro sono solo dentro di noi e ognuno ha la sua.
    Per la verità era già da qualche anno che sostenevo questo, ma pensarlo e crederlo è certo differente dal sentirlo così profondamente come ora.
    Sono fortunata ad essere arrivata a questa “consapevolezza”, io credo, per lo meno per me stessa le cose vanno molto meglio ora e chi mi ama mi segue ….mentre chi non mi ama mi insorge contro o si defila …ma preferisco verità ed autenticità e piuttosto incamminarmi da sola!!!
    Ma certo i cambiamenti non sono mai facili e smettere io stessa di “predicare” non è facile ….proprio perchè adesso potrei incominciare a “predicare” che bisognerebbe non “predicare” ….ehehehe ….certi vizi non si correggono facilmente ….ma mi sforzerò quanto più solo per rispondere a chi direttamente mi chiede e cercando di trattenermi dal dire la mia come magari facevo prima.
    Questo sento sia importante per me ora, non tutti possono capirlo e accettarlo, certo ….è la mia via e non vale anche per gli altri …come ho già scritto.
    Cari saluti!

    Chiara Inesia

  11. nunzy conti ha detto:

    ..la vita a volte..porta le persone a incontrarsi..e a scontrarsi,su universi paralleli..e come hai potuto notare anche io mi sono al momento eclissata.
    L’ho fatto prima di arrivare ad essere invitata a farlo perchè a un certo punto le mie “verità potevano portarmi a scontri davvero poco diplomatici.
    (E’ solo qualche anno in più..e l’esperienza già vissuta a consentirmi oggi di non arrivare più al punto cruciale)..
    L’ariete ha bisogno di Scontro.per arrivare a migliorarsi(ahimè una disperazione),cara amica!!!
    ..ma come giustamente hai appena affermato..CHI MI AMA MI SEGUE..
    Con tutta la mia comprensione un abbraccio
    nunzy

  12. Chiara Inesia ha detto:

    A maggior ragione chi fa astrologia da 30 anni dovrebbe saperlo, no? E non cadere in dinamiche personali e ferirsi in maniera personale per proprie intepretazioni, supposizioni, letture tra le righe …. vabbeh …scusa lo sfoghetto …sei la prima con cui ne parlo.
    Comunque è tutto giusto così, così doveva essere e io non scordo certo il prezioso aiuto ricevuto da lei e da tutti gli altri …amo lo scontro, ma ancor più la pace e l’amore e meglio ancora la comprensione dell’altro, per cui capisco e rimango serena ….anche se …mica sempre facile farlo! Ma questa è una delle mie sfide!
    Ciao, buona domenica, grazie del prezioso scambio!
    Cari saluti!

    Chiara Inesia

  13. nunzy conti ha detto:

    Purtroppo a mio avviso la propria umanità è il nostro limite più grande..
    per il momento..credo siamo daccordo che di Gesù ne è nato uno solo in 2000 anni…
    IO sto imparando proprio a differenziare le cose
    Da una parte c’è IL MAESTRO
    dall’altra la DONNA,con il suoi limiti e le sue dinamiche
    A noi serve il maestro..la donna può diventare amica, nemica,o esserti indifferente…dipende sempre da cosa cerchi in una relazione…
    Ed io, ho imparato sulla mia pelle che comunque vada resto quella che sono,perchè non potrei essere altrimenti..
    Grazie della fiducia

  14. mario ha detto:

    Interessante,già conosciuto da “illo tempore”ma a volte non è sufficiente,e te lo dice una persona che usa poco le parole molto l’accetta e che non si lascia prendere “in giro” da belle espressioni o ne da l’impressione. Compreso il messaggio?…….

  15. mario ha detto:

    Spiritosamente. Ho la sensazione che abbiate fatto uno stok dallo stesso fotografo…….

  16. nunzy conti ha detto:

    Gia mario….
    perdona i miei neuroni che oggi sono assai inceppati..
    ma non ho compreso il messaggio
    a chi fosse diretto…
    ciao e grazie di essere qui!!
    nunzy

  17. nunzy conti ha detto:

    Posso chiederti una cosa
    sei QUEL MARIO di “scrivilo tu “??
    che batte i piedi e le mani?
    se si batti un colpo!!
    MI piace come scrivi
    ariciao

  18. donnaemadre ha detto:

    Non mi ha l’idea di essere lo stesso mario…
    Comunque, anche se ho fatto fatica a seguire il discorso tra te e Chiara, qualche titolo l’ho captato.
    Non direi che “il maestro è dentro di noi”, ma che “L’unica verità che siamo in grado di comprendere è dentro di noi”: la “Verità”, ammesso che qualcuno la possieda, non si “spiattella”, ma si fa scoprire, anche perché è l’unico modo in cui possiamo capirla e soprattutto accettare di capirla.

    Di Gesù ne è nato uno solo? Potrei non essere d’accordo. Di iniziati, e di persone che si sono fatte crocifiggere per salvare il resto dell’umanità, qua e là nella storia qualcuno ne è nato.

    *** E figli di Dio lo siamo tutti ***

  19. Chiara Inesia ha detto:

    Certo Nunzy,

    comunque il mio non era un rimprovero ….era solo una constatazione, anche perchè ….proprio perchè umani anche i maestri hanno le loro ferite, lo so e proprio per questo possiamo amarli anche quando e se ci voltano le spalle. Sennò come faremmo ad imparare l’amore?
    Cari saluti!

    Chiara Inesia

  20. nunzy conti ha detto:

    ..grazie diemme per le tue preziose considerazioni..e precisazioni..
    il mio discorso con chiara inesia viene da lontano…..e sapeva di cose accadute realmente…e di persone reali..
    Ma il tuo discorso non a caso…ci sta giusto e proprio tanto

  21. nunzy conti ha detto:

    ::@chiara inesia
    Hai detto proprio la frase che mancava..”proprio perchè umani anche i maestri hanno le loro ferite”…
    era proprio il senso del mio discorso e sta serena perchè avevo ben capito che non si trattava di un rimprovero,forse di una nota di “delusione”..che tra l’altro ha un sapore familiare…
    E con le sue precisazioni la mia amica diemme ha completato il senso…
    (Lei è un buon toro..)

  22. mario ha detto:

    Nunzy—salvo omonimi dell’ultima ora io sono il “mario” che scrive su “scrivilo tu” ora devo solo appurare una cosa e poi chiarirò. ciao

  23. mario ha detto:

    Nunzy–Sono andato ad appurare quanto dietro allo “sbattere di mani e piedi” poteva esserci. Perchè se è quello che penso ci può essere qualcosa di molto inquietante per me e per qualche altro.Non ho trovato quanto cercavo e ora tocca a me farti una domanda: a cosa si riferisce quella frase che hai indicato? perchè è troppo particolare e salvo spiegazioni chiarificanti che in questo momento non albeggiano nella mia mente può solo venire fuori da una cosa ben precisa. Sii cortese spiegami.

  24. nunzy conti ha detto:

    Allora… in un salotto come si deve(me l’ha insegnato la mia amica diemme,grande maestra d’accoglienza)..ti dò il benvenuto e riconfermo che mi piace LO stile del tuo raccontarti..
    ciao

  25. nunzy conti ha detto:

    Ti accontento molto volentieri mio caromario vai su

    http://2elle.wordpress.com/scrivilo-tu/#comment-1084

    Maggio 24, 2008 a 1:12 am

    mario

    uau,non so cosa dire,stupenda,batto pure i piedi.

    Era in risposta ad una cosa che avevo scritto
    ciao e fammi sapere…

  26. Chiara Inesia ha detto:

    Non vorrei farla troppo lunga ….ma ciò che sentivo avevi inteso era detto meglio “delusione” piuttosto che rimprovero, hai scritto bene …però volevo precisare anche questo …la delusione può esserci solo quando cerchiamo e vogliamo dall’altro ciò che l’altro non è o non ci può dare ….per questo a parte la constatazione logica credo, non sento dentro di me troppa delusione, perchè per fortuna almeno la persona di cui parliamo non l’ho mai messa su un piedistallo, nostante le indiscutibili competenze e saggezze, perchè l’ho già fatto troppo spesso in passato questo errore ed è sempre molto brutto rimanere delusi.
    Dunque ho imparato che se non idealizzo nessuno e non erigo nessuno a maestro e dunque mi considero un pari di tutti non potrò certo rimanere più delusa, ma potrò provare ad accogliere l’altro come è con i suoi pregi e con suoi difetti.
    Per questo ci tenevo a precisare che se può essere sembrato dalle mie parole che ci possa essere stata delusione, in verità non è così.
    Continuo a rendermi conto di quanto sia limitato questo mezzo e di come sia difficile spiegarsi bene, dunque scusami Nunzy ….ma torno nel mio silenzio, perchè proprio mi chiama a grande voce …grazie comunque della tua comprensione e dello scambio.
    Buon cammino!

    Chiara Inesia

  27. nunzy conti ha detto:

    Ok chiara ..sono daccordo con te..su tutto..
    Buon cammino,mia cara…e a presto

  28. mario ha detto:

    Nunzy—Grazie del commento e della precisazione,ho” tirato” un sospiro di solievo. questi tre racconti fanno parte di un libro autobiografico che sto cercando di “mettere in piedi”. Mi sono prefissato di “chiuderlo” a 100 racconti che verranno presentati ognuno con una mia fotografia che li rappresenterà o chiarirà. Grazie nuovamente

  29. nunzy conti ha detto:

    ..NOn c’è di che…
    smack e apresto

  30. pani ha detto:

    se quest’uomo pensava agli affari suoi…sì, bella storia, spesso il nostro altruismo è solo una patina che copre del semplice egoismo.

  31. nunzy conti ha detto:

    ..e’ vero accidenti quanto è vero quello che dici!!!
    caro pani benvenuto…
    infatti io credo che la lezione da apprendere sia a doppio senso…ma mi piace pensarla da romanticona quale sono…
    un abbraccio

  32. janette ha detto:

    Altra perla di saggezza…che ho trovato nel tuo blog.
    Salutissimi!!

  33. Max ha detto:

    Ciao a tutti. Bellissima e toccante storia della farfalla malgrado abbia un retrogusto di femminismo. Anche la foto è un racconto infinito. Mi permetto di insinuarmi in questo salotto perchè lo scambio energetico mi sembra alto e dico la mia: Ogni singola verità è solo un frammento di una parte della verità. Alcuni frammenti si completano e altri non si comprendono perchè troppo distanti, ma prima o poi, alla fine di ogni sforzo, delusione, incomprensione, errore e scambio di esperienze, credo che ci troveremo tutti dentro la stessa cornice d’amore… è bello crederlo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...