Diario di viaggio

di Uriel Zagor

JODOROWSKY

Con grande curiosità e crescente impazienza ci affacciamo all’entrata del cinema dopo aver pagato il biglietto, e io e Patrizia ci sediamo in attesa di Lui, del Grande, del più grande lettore di tarocchi, Jodorowsky.
Bruno ci raggiunge poco dopo a sala piena, e riusciamo ad infilare qualche frase prima che arrivi Jodo, detta tra l’euforia e la preoccupazione che non arrivi Alejandro, nel vociare della folla.
Poco dopo, il comunicato di arrivo al cinema di Pinerolo tra la pioggia e il traffico e il suo apparire in sala fa sfociare un applauso spontaneo, per lui inatteso, come aver visto un messia solcare le genti.
Il suo spagnolo ritmato riesce subito a impensierire inizialmente il traduttore, sottoposto dalla mattina a questo continuo e imprevedibile dilagare di caldi accenti, schioccare di sillabe, gesticolazione rapida.
E sì, perchè il grande Alejandro, sebbene la sua verve e il suo charme dimostrino tutto il contrario, ha compiuto quest’anno 79 anni, che porta con tutto il rispetto e la fanciullezza di un uomo della sua consapevolezza.
Ma inizia subito lo spettacolo e il divertimento, prima quando dà una fulminea interpretazione della situazione presente del sindaco di Pinerolo a cui chiede en passant 3 numeri da 1 a 22; poi quando inizia a spiegare – sempre gesticolando come un fanciullo che ha appena fatto una scoperta – la verità dei tarocchi, cosa rappresentano, e che percorso ha seguito lui, dal Bagatto fino al Matto.

La cosa che mi ha colpito di più nella sua interpretazione, è che associava ogni carta alla sua “opposta”; come in astrologia, dove si considerano gli assi, non la singola casa, e i segni opponenti, non la singola peculiarità di ciascuno.
Ad ogni archetipo collegato alla carta veniva presentato naturalmente un aneddoto di vita per far comprendere appieno il significato della carta.
Dal libro di Thoth, nei tarocchi è rinchiuso il segreto della vita, “un mistero che non si può insegnare ma solo ricevere”.
E qui si va con stupore divertito e sbalordito al seguire il suo filo e immaginarsi mentalmente 4 cavalli designati a rivestire ciascuno un singolo seme: La spada, abbinata alla parola, che può tagliare, dissezionare, la ratio mentale che trova sempre spiegazioni logiche, ma anche aiutare nel comprendere e scovare informazioni: la forza del Verbo.
Le Coppe, abbinate al cuore e ai sentimenti, la forza del sentire e del percepire, che non devono essere  “contaminate” o ostruite dalla parola e dalle mente.
I Bastoni, seme che dà la forza, la passione, il fuoco collegante di tutte le grandi azioni, l’energia di ciò che crea e l’azione perdurante oltre, fino al Fuoco Sacro.
Ed infine i Denari, che assurgono a soddisfare i nostri bisogni materiali, il nostro radicamento, la nostra capacità di sentire la Terra, in un continuo fluire tra la stessa e il Cielo e viceversa: i Denari non sono solamente materialità.
Per poter conservare una direzione, queste forze abbinate ai quattro cavalli devono poter trovare un obbiettivo ed una collocazione comune, per non disperdersi e per non creare tensioni tra le energie.
Allo stesso modo devono cercare un riequilibrio e un dispendio di energie per seme in modo condiviso evitando possibilmente sovrapposizioni, poichè tutti sappiamo quanto è facile e allo stesso modo impensabile ragionare coi sentimenti, sentire con la parola, pensare dopo aver agito; il carro della vita si muove con l’accordo e il beneplacito di ogni cavallo, che concorre a creare una direzione comune.(:::)

Vi invito a PROSEGUIRE LA LETTURA  nella pagina

DIARIO DI VIAGGIO DI URIEL ZAGOR

ALEJANDRO JODOROWSKY IN ITALIA

Ha detto di se stesso:

“IO NON SONO UN GURU,NE HO UNA SCUOLA,SONO UN ARTISTA E FACCIO QUESTO PER IL PIACERE DI AIUTARE GLI ALTRI

Informazioni su nunzy conti

“L’Astrologia può essere definita come il primo tentativo, fatto dall’uomo, per portare nella sua vita di incertezze e paure, la sicurezza e l’ordine che egli intravvedeva nel cielo”(Dane Rudhyar). Astri e contrasti nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos,eliminare il grigio della mediazione, oltre a imporsi di semplificare il linguaggio per permettere a voi cari viandanti la decifrazione di un codice astrologico molto spesso negato ai più . Nunzy Conti
Questa voce è stata pubblicata in Astrologia, JODOROWSKY, Libri cibo per la mente, storie, Tarologia, video e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Diario di viaggio

  1. donnaemadre ha detto:

    Io sono un’appassionata di certe cose, e mi sono sempre fatta leggere di tutto, carte, astri, tarocchi, mani, fondi del caffè,,,, qualcuno mi ha detto “La pianta dei piedi te la sei mai fatta leggere?”. Se trovo un “podomante”, dov’è il problema?
    Scherzi a parte, per me è un gioco piacevole, e ogni tanto scopro che proprio un gioco non è…
    Comunque parliamo di fatto esclusivamente di cose fatte da amici in compagnia, eppure… ci hanno azzeccato pressoché sempre.
    Una volta però entrò nella nostra comitiva un tizio che leggeva i tarocchi per professione: naturalmente facemmo tutti la fila per farci predire il futuro e… beh, fu l’unico della mia vita che non ne azzeccò una neanche per sbaglio, smentendo ogni calcolo delle probabilità: una specie di zero al totocalcio…

  2. piemme ha detto:

    Magggica Nunzy, risolti i problemi al pc?
    Regalino for you…
    http://it.youtube.com/watch?v=M8WUS4kSOHc
    Buona e serena notte.

  3. nunzy conti ha detto:

    …sono ancora persa in latitudini dalle coordinata sconosciute..
    cara diemme e caro piemmme…a presto..
    sigh..
    @piemme..
    grazie….

  4. donnaemadre ha detto:

    Tornando al mio commento precedente, un piccolo aneddoto: il “taroccaro di professione” mi disse che io e Attila non avremmo avuto figli, in compenso le cose tra noi sarebbero andate a gonfie vele.

    *** Il giorno dopo ero incinta, ci siamo lasciati, e ancora oggi il nostro rapporto è basato sull’intolleranza reciproca… ***

  5. nunzy conti ha detto:

    ….si cara diemme,direi proprio che il tipo era un manager imbecille,un attore fiuta soldi,ma tanti..
    e sono questi che combatto da sempre..quelli che non hanno nessun dono mia cara ..solo un altro modo per far soldi..
    ed è per colpa di persone così che ci troviamo a dover giustificarci continuamente….
    ma non mi arrendo..no.
    un abbraccio

  6. donnaemadre ha detto:

    Guarda che non si è preso una lira… non da me almeno. E siccome mi faceva pure il filo, gli sarebbe venuto più comodo dire che l’Unno non era proprio adatto a me… Ci azzeccava sicuramente, e poi poteva essere anche che mi influenzasse…

  7. nunzy conti ha detto:

    Cara diemme…la mia espressione “un manager imbecille,un attore fiuta soldi,ma tanti..”…si riferiva ad un sistema di cose sbagliate..
    A volte il fatto di poter influenzare la mente degli altri diventa ADRENALINA PURA,e molti quando scoprono di avere quel” potere” ,se non accompagnato da umiltà e intelligenza,ne abusano ottenendo solo la perdità di genuinità e del potere stesso..
    Io ho sempre pensato che la preveggenza sia un dono divino,una specie di prova che ti viene data per testare la tua fede e il tuo amore per gli altri…ma purtroppo siamo in pochi a pensarla così!!!

  8. janette ha detto:

    Anche io ho visto personalmente Jodorowsky…ma più che i tarocchi mi han suscitato interesse le poesie che aveva letto…

  9. nunzy conti ha detto:

    …Cara Janette.. lieta diaverti qui ..con il tuo GIARDINO DI MINERVA…

    ***ach..parlare di Jodorowsky…un fiume in piena***
    a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...