Majnun e Layla

SOTTO IL CIELO D’ARABIA

Il POEMA DELL”AMORE FOLLE

…Quando cade la sera,
margherita delle sabbie:
sotto la dolce rugiada,
che fai di notte?…

Majnun e Layla sono i più celebri amanti della letteratura araba. Equivalenti a Paolo e Francesca o a Giuletta e Romeo.

(rudolphcarlgormanfridaah6)

“Io t’amo, mia Laylâ, come solo puo’ amare

Un cuore preso che non si cura degli ostacoli.

Io t’amo e il tuo amore, se anche tu mi ami,

della ragione smarrita suonera’ la sconfitta.

Pieta’ per me! Io brucio, affranto e tormentato,

le viscere in fuoco, il cuore triste e dolente.

Il desiderio mi uccide, e il giorno nella sua corsa

non e’ che lacrime, la notte nient’altro che lamento angosciato.

Vedi questo pianto senza fine, questo cuore incendiato,

queste palpebre piene che scoppiano come sorgenti!

Oh, se solamente la morte accellerasse il suo arrivo!

Donna troppo bella e troppo amata! Io sono perduto!

Letta su  “womeninthecity”

Laila and Majnun at School.jpg

Laila and Majnun at School: Page from a manuscript of the Laila and Majnun of Nizami, dated 1432; Timurid Afghanistan (Herat)

Vista su : METMUSEUM (CONSIGLIATO DA WIKIPEDIA)

Le antologie arabe del Medioevo raccolgono, sotto il nome di Majnûn, “il poeta folle”, un gruppo di poesie d’amore, di passione e morte, risalenti ad alcune tribu’ dell”Arabia del VII secolo, all’alba dell’era musulmana.
Qays, giovane guerriero della tribu’ di Banu ‘Amir, innamorato di Layla e nato, per disgrazia di entrambi, poeta, decide di cantarla, e di cantare il loro amore…
Storia e analisi delle poesie d’amore di Qays a Layla, il poema piu’ amato e interpretato del mondo musulmano lungo quattordici secoli, da quando Majnûn canto’ i tormenti dell’amore impossibile, ben prima e ben lontano dall’Occidente, sotto il cielo e i deserti d’Arabia.

LETTA SU ” womeninthecity”

NARRA LA STORIA:

Harun aveva sentito parlare dell’amore di Majnûn [Qays] per Layla e desiderava vedere questa famosa bellezza. Avendo fatto venire Layla, non la trovò per niente straordinaria. Chiamò allora Majnûn e gli disse: “Questa Layla, la cui bellezza ti ha messo in questo stato, non è così bella come credi” Majnûn rispose: “La bellezza di Layla è senza difetti, ma il tuo occhio è fallace. Per riconoscere la sua bellezza bisogna avere l’occhio di Majnûn “

Majnun, estenuato dall’amore, offre a Layla la sua stessa vita. Layla rifiuta, vuole qualcos’altro. Tutto ciò che mi rimane in questo mondo, dice Majnun, è un semplice ago: lo uso per estrarmi le spine, quando l’amore mi spinge a strisciare sui rovi del deserto. Quel dono accetta Layla. “Era proprio questo ciò che volevo da te – dice. – Se tu sei sincero in amore, a cosa ti serve quest’ago? Se nella ricerca di un amante come me, o animo afflitto, una spina si infila nel tuo piede, non è lecito toglierla con un ago. Liberarsene non è atto di un amante fedele. È una spina preziosissima, quella: fa da guida sul sentiero dell’unione. Estrarla con l’ago è una colpa. Tutto in realtà è una colpa per l’amante: egli non può che bere il suo proprio sangue”

http://nettuniano.wordpress.com/2007/06/03/majnun-e-layla/

Per comprendere meglio il valore altamente poetico di questa storia sono andata a cercare cari amici viandanti un pò di riferimenti su:L’immagine femminile dell’amata Divina nella poesia “Sufi”

L’Islam è stato così spesso dipinto come una fede patriarcale e maschilista che nessuno mai ne ha sospettato la sua valenza femminile e ne resterebbe stupefatto se ne constatasse tale presenza fin dai suoi albori. Probabilmente esso dipende dal fatto che il Femminile appartiene alla metafisica interiore dell’Islam; l’esistenza di questo aspetto è stato tenuto ampiamente nascosto – ma non è per questo meno vitale. Negli ultimi anni il Cristianesimo ha tentato di trovare una collocazione al Divino Femminile, ma nell’Islam esso non è mai stato messo in discussione, in quanto l’elemento femminile è stato sempre presente, specialmente nel sufismo. Sebbene sia il maschile che il femminile traggano entrambi la loro origine dal Divino, riservo una particolare attenzione al femminile dell’Islam, poiché esso è stato per lungo tempo trascurato. Inoltre, dalle fonti islamiche e dalla tradizione sufi emerge una chiara e esplicita preferenza per l’aspetto femminile di Allah, specialmente ed essenzialmente per quanto concerne la natura dell’ultima Divina Realtà.

La letteratura Sufi ha discusso più di qualsiasi altra produzione letteraria sul tema femminile nell’Islam. Le storie sufi hanno trasformato ordinarie storie d’amore in corrispondenti significati del più sublime livello. La storia d’amore di Layla e Majnun è la più conosciuta tra tutte. Essa trae origine da una semplice storia d’amore avvenuta in Arabia, ma la letteratura Sufi la elaborò nella più bella storia d’amore mai esibita nella poesia Persiana. Essa simboleggia non solamente l’amore di un uomo e di una donna in Allah, ma l’amore dell’uomo per Allah. In questi poemi l’eroina è elevata a simboleggiare la Divina Realtà in sé. La Divina Realtà è descritta come una bellezza femminile. L’eroe va alla ricerca del Divino, il cui atto è maschile. Contrariamente al misticismo Cristiano, in cui Dio è attivamente maschile e il devoto è passivamente femminile; le storie d’amore Sufi dipingono l’Amata una donna che è Presenza in attesa silenziosa, mentre l’eroe è alla sua ricerca.

Il nome Laylá proviene dalla parola layl che significa ‘notte’. La Notte rappresenta il non-manifestato. Nel deserto Arabo, la notte è una realtà senza confini: le forme si dissolvono, né dune di sabbia, né cammelli o qualsiasi altra cosa è visibile, tutto è informe, niente eccetto tenebre. Questo è un diretto simbolismo del non manifestato aspetto della Natura Divina, Allah come Non Manifesto. L’oscurità assorbe ogni luce, poiché è al di sopra della manifestazione, cosicché simboleggia il Sovra-Esistente. Nel poema, Layla fu nominata per la nerezza dei suoi capelli e fu designata bellezza della notte. Per estensione, difatto essa si riferisce alla bellezza della Divina Realtà oltre questo mondo, oltre l’atto di creazione, e quindi il supremo obiettivo che il Sufi cerca di raggiungere. Il nome di Majnûn letteralmente significa ‘pazzo’, ma qui significa qualcuno che si trova in una condizione spirituale non ordinaria, simboleggia una persona alla ricerca di Allah. In questo mondo in cui la maggior parte degli uomini dimentica Allah, l’individuo che Lo ricorda è considerato pazzo. Conformemente alla caratteristica maschile, Majnûn simboleggia l’aspetto del desiderio ardente e dello sforzo che va alla ricerca di Layla mentre lei se ne sta seduta a pettinarsi i capelli. Colui che intraprende un viaggio, impaziente e smanioso per Layla, ha l’anima del Sufi.

E’ interessante tutta l’intera pubblicazione..che vi consiglio di visionare su:

www.tradizionesacra.it

In questa “calura estiva” che ci attanaglia,questa storia mi sembra davvero un OASI DEL CUORE

BUONA SOSTA...VIANDANTI DEL CUORE

Informazioni su nunzy conti

“L’Astrologia può essere definita come il primo tentativo, fatto dall’uomo, per portare nella sua vita di incertezze e paure, la sicurezza e l’ordine che egli intravvedeva nel cielo”(Dane Rudhyar). Astri e contrasti nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos,eliminare il grigio della mediazione, oltre a imporsi di semplificare il linguaggio per permettere a voi cari viandanti la decifrazione di un codice astrologico molto spesso negato ai più . Nunzy Conti
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Arte, favole e racconti, Letteratura, Majnun e Layla, Poesia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Majnun e Layla

  1. donnaemadre ha detto:

    Sono meravigliose queste storie che ci proponi, ma questa secondo me è tra le più belle… sarà per questo connubio di amore e medio oriente, che mi trovano tanto in sintonia…

    A volte, quando ci proponi qualche scritto, mi dispiace che non sia tu a scrivere direttamente qualcosa, data la tua verve, e i tuoi discorsi così trascinanti, che quando siamo sulla spiaggia facciamo il comizio, si fanno le nove e non ce ne accorgiamo…

    Ma nel contempo non posso fare a meno di apprezzare questo tuo metterti da parte per offrirci conoscenze nuove, per trasportarci in mondi magici, che magari non conosceremmo altrimenti…

    *** E questo mondo ha bisogno di magia… ***

  2. nunzy conti ha detto:

    ***Questo mondo ha bisogno anche e soprattutto di persone che sanno cosa sia la magia….dei sentimenti,della generosita’nel darsi,di coriandoli di buonumore e sorrisi..proprio quando la vita ci chiama al dolore….
    L’amore è la chiave che apre tutte le porte

    ***E tu ne sai qualcosa di tutto questo ..vero..strega!!***

  3. sonia ha detto:

    Spero sia stata una bella giornata cara Nunzy e che il tuo ferragosto sia trascorso serenamente.
    Grazie per queste belle storie, mi ha fatto venire in mente un mio scritto… se lo trovo t’invio il link o il testo… a presto!

  4. nunzy conti ha detto:

    ..PERIODO NONONO
    COMUNQUE SCUSAMI SE NON TI HO ANCORA RISPOSTO VIA MAIL..MA IL TUO RACCONTO è SPLENDIDO E MI PIACEREBBE PUBBLICARLO NEL BLOG…
    FAMMI SAPERE..UN ABBRACCIO

  5. sonia ha detto:

    Ciao cara Nunzy, nessun problema per la risposta… del resto si sa che in estate i ritmi in un certo senso, e giustamente, rallentano.
    Se ti fa piacere inserisci pure il racconto, contenta ti sia piaciuto.
    Grazie e serena giornata, a presto!

  6. nunzy conti ha detto:

    …ritmi a corrente emotiva alternata..mia cara amica…..
    se riesci va nel forum…verso le ultime pagine dell’antro..un ulteriore botta saturniana(scorretta) mi obbliga a declinare ormai l’invito a partecipare…
    dovrò fare TOCTOC più spesso al dolphin..chissà se c’è posto per una reietta???
    ti abbraccio e a breve pubblico ilracconto
    grazie stella

  7. sonia ha detto:

    Ciao cara Nunzy, non sono riuscita a capire il forum di cui parli e l’accaduto.
    Al Dolphin non serve toc toc e non è neanche mai servito, lo sai vero? ^_^
    Sto facendo fatica a portare avanti la sezione proprio perchè manca di qualcuno di esperto, ma io non mi arrendo.
    Baci… se vuoi/puoi spiegati meglio riguardo il forum, anche via mail, ok?
    A presto!

  8. nunzy conti ha detto:

    Cara sonia….e dell’antro nel forum di lidia che parlo…..ci siamo massacrate per un paio di giorni…e adesso pare di intravedere una luce..
    una splendida agorà!!
    Mi piacerebbe aiutarti nel dolphin…vediamo come si può fare..il mio tempo è limitato…ma mi piacerebbe..creare uno spazio adeguato….comunque complimenti per lo sforzo!!!
    quanti saremmo di astrologia interessati?
    Fammi sapere.

    (a breve pubblico il tuo racconto…)
    ti abbraccio

  9. sonia ha detto:

    Cara Nunzy, non ho seguito l’accaduto… ci sono proprio poco e spesso solo di passaggio lì nel forum.
    Al Dolphin l’astrologia interessa, per ora sui temi natali… quello che forse frena un pò chi sa è che chi chiede è asciutto asciutto di astrologia, seppur sia curioso di sapere ecc…
    Io non mi arrendo, due temi li sto portando avanti.
    In home trovi sulla barra scorrevole di sinistra le ultime discussioni. Per ora non richiede troppo tempo, gli iscritti sono comunque pochi.
    Grazie ancora, un bacione!

  10. nunzy conti ha detto:

    …ok mia cara…ci sentiamo presto..
    ***MA TU ..COMESTAI?***

  11. sonia ha detto:

    Ciao Nunzy, io direi bene… con il mio progetto sono quasi in dirittura d’arrivo. Mette addosso una strana adrenalina, contentezza viva e timore sempre presente… ma procedo spedita!
    Baci!

  12. nunzy conti ha detto:

    ….TI SENTO ENTUSIATA..ED è UN PIACERE PER ME….
    UN ABBRACCIO FORTE
    a presto

  13. Rosa Tiziana ha detto:

    Forse la fiaba più bella di tutti i tempi…

  14. nunzy conti ha detto:

    ..Sono daccordo Rosa..
    Grazie per avercelo ricordato

  15. Pingback: Favole antiche da raccontare oggi | viaggio ad oriente

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...