Mamma

A Maddalena:

Essere Speciale,

per Divina grazia,madre Mia.

madre_e_figlia

“Se non mi sono persa,è perchè c’eri tu con me,mamma”

Vorrei guardare a te

con animo consapevole,

certa

di non avere

mezzi per assomigliarti;

vorrei parlarti

di chi sa

che hai abitato sempre

il sacrificio,

Madre compassione,vestita di sentimenti semplici

poche parole,

molte azioni;

e quella tua anima

priva di sofisticati meccanismi,

volevo rubarla per me,

perchè fosse solo mia.

E invece no.

*

Il riscatto di quella bambina

indurita da un materno confronto

che mai vide sorriderti e abbracciarti.

Come sarebbe stato possibile raccogliere le mie braccia,

mamma?

Come capire me Ieri?

come capirti,

nell’amore

che nascondevi in gesti inconsapevoli:

pettini dorati nei miei capelli

che amavi;

mani di Biancaneve,le mie,

nei tuoi,

lunghi,

corvini

setosi.

E aspettavo l’ora del desio,

per sentire il tuo respiro su di me.

*

Poi divenni donna.

E cominciai a non spazzolare i miei capelli.

Quello fu il mio primo “No”,

mamma.

*

Così passarono gli anni,

attimi eterni di amore,

malcontento tra noi.

Anni di silenzio,

mentre sanguinava il graffio di non assomigliarti,

di non riuscire ad accontentarti.

E nel Frattempo,l’amore paterno cresceva

per somiglianza,

ideale,

mancanza,

entrambi cercavamo Te,

silente freddezza.

*

Oggi,madre Difficoltà

ti porto con me,nei miei giorni ,

nel mio cuore,

nel mio respiro;

leggera di un sogno

in cui finalmente,

tu ,

nello specchio delle mie brame,

mi sorridi

e mi dici:

“Volo”.

Felice di un Dio,

giusto,

che in quell’Assenza del nostro

caro“Angelo”

ci ha fatto,

finalmente

incontrare,

Mamma

22,luglio 2009,

da “Specchio delle mie brame” Nunzy Conti

Advertisements

Informazioni su nunzy conti

“L’Astrologia può essere definita come il primo tentativo, fatto dall’uomo, per portare nella sua vita di incertezze e paure, la sicurezza e l’ordine che egli intravvedeva nel cielo”(Dane Rudhyar). Astri e contrasti nasce con l’obiettivo di fare ordine nel caos,eliminare il grigio della mediazione, oltre a imporsi di semplificare il linguaggio per permettere a voi cari viandanti la decifrazione di un codice astrologico molto spesso negato ai più . Nunzy Conti
Questa voce è stata pubblicata in Amore, Donne che corrono coi lupi, Pensieri e parole, Poesia, Private Emozioni, Ricordi, Specchio delle mie brame e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Mamma

  1. Diemme ha detto:

    Non so che effetto possano fare questi versi a chi non ti conosce, o non conosce tua madre, o non conosce la vostra storia, ma a me, che di tutto questo mi hai fatto parte, a me che ricerco da tempo questi tuoi sentimenti dentro di me, senza trovarli, e che all’improvviso mi sono ritrovata quella foto di cui ti parlo nel nostro angolo che mille punti interrogativi hanno scatenato dentro di me, a me conscia di tutto questo, hanno tirato fuori quelle lacrime che chissà da quanto aspettavano di uscire.

    Spero un giorno di ritrovare mia madre, come tu hai potuto ritrovare Maddalena.

  2. alanford50 ha detto:

    Che dire, se non che sono parole struggenti , che descrivono un grande sentimento, un dolore, ma chi lo ha detto che questo non è in fondo l’amore, mi ritrovo specialmente in quello che le ultime tue sapienti parole hanno così bene espresso, soggiogato dal vivere il mio quotidiano ed il mio tempo, incapace di comprendere gli eventi ho ceduto al vivere quello che sentivo come a me assolutamente dovuto, quando gli eventi mi hanno concesso, mi sono fermato, ed ho compreso quanto avevo perduto e quanto mi era stato dato e quanto avevo rubato, del mio e dell’altrui tempo e vivere, inutile è stato il fermarsi ed il girarsi indietro, ciò che era passato era già stato vissuto, ho lasciato spazio ai rimpianti ed alla comprensione dell’accaduto, che in fondo tutto perdona a tutti, perché coscientemente vissuto, ora unica riparazione concessami è il farli vivere ogni istante della mia vita nei miei pensieri come unica forma di prolungamento di vita, un regalo, un sogno un effimero senso di dono di una parte di eterno, finché il tempo mio non sarà scaduto.
    Ciaooo neh!

  3. nunzy conti ha detto:

    ***GRAZIE ALAN PER LA TESTIMONIANZA***
    Appena sono rinsavita da troppo stress mi prendo il tempo di risponderti

    @Diemme
    amica mia..tu sai…

  4. Diemme ha detto:

    Io sto facendo lo stesso errore di Alan, e non riesco a fermarmi… né vengo aiutata a farlo.

    Che sarà…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...