TAROLOGIA

I PERCORSI DELL’ANIMA

sensi

Sensi,opera di ARIANNA RUFFINENGO

COMINCIAMO A PARLARE DI TAROCCHI

Come si può parlare di tarocchi,se non cominciando con il chiedersi ragione della loro storia e delle loro origini..Inizieremo con il dire di come “si pensa” siano nati visto che l’origine non è certa.

Sconosciuta è dunque l’origine ma anche la natura degli arcani è difficile da intuire; questo perché la simbologia delle carte viene anche “influenzata” dall’intervento umano esterno, dotato immancabilmente di naturale virtù premonitrice e intuitiva…ma mi riservo in seguito di analizzare a fondo proprio l’aspetto simbolico e interpretativo degli arcani e la necessità di non esporsi all’inutile e spesso dannosa influenza di improvvisatori e cantastorie.

La prima apparizione testimoniata è all’età degli antichi egizi, raffigurata in alcuni geroglifici davvero significanti: l’indovino (un uomo spesso vestito come un saio e incappucciato) e il postulante (spesso il principe richiedeva l’aiuto per sapere informazioni sul suo futuro). Non si sa neppure di preciso se il mazzo degli arcani minori sia nato in concomitanza con quello degli arcani maggiori, o riuniti in un secondo momento in un unico mazzo di 78 carte.

animation20

CONSIGLIO DEL GIORNO…VAI SU

www.sestopotere.it

E SCEGLI UNA CARTA…..

Io ho scelto questa per voi..cari viandanti!

LA COPPA DEI SENTIMENTI DOVE POTRAI BERE OGGI PER RIEMPIRE IL TUO CUORE DI UNA NUOVA FORTE EMOZIONE,IL CALICE DIVINO,IL SANTO GRAAL..

BUONA GIORNATA  GUERRIERI DI LUCE

animation20

ADESSO STUDIAMO INSIEME….

GLI ARCANI MAGGIORI

Zen Tarot Card

Gli Arcani Maggiori sono composti da ventidue carte o Lame e si possono considerare ventidue tappe lungo il cammino della vita e della conoscenza di se stessi. Gli Arcani Maggiori possono essere considerati archetipi universali; gli archetipi (dal greco “arketipon” che vuol dire primo tipo, prima forma, modello) sono idee primordiali e inconsce, comuni a tutta l’umanità, che si possono manifestare alla coscienza solo tramite immagini.
Carl Gustav Jung,, che nella sua Psicologia Analitica ci parla del Processo di Individuazione, non a caso si occupò anche dello studio dei Tarocchi; infatti, nella tradizione esoterica gli Arcani Maggiori sono strettamente connessi con la ricerca profonda del Sé. Il Processo di Individuazione porta a far sì che una persona diventi se stessa integrando le molti parti della psiche per realizzare il proprio Sé; tale processo, che porta alla presa di coscienza individuale, prevede l’integrazione degli archetipi alla coscienza.
Mentre gli Arcani Minori danno un quadro degli avvenimenti più quotidiani, scendendo nei particolari, gli Arcani Maggiori ci indicano le cause prime degli eventi (rimandandoci al senso generale degli eventi).
La rappresentazione di ciascun Arcano Maggiore è molto ricca dal punto di vista simbolico: ogni oggetto, ogni colore, ogni gesto ha un senso e nulla è lasciato al caso. Mentre il linguaggio ha i suoi limiti, le immagini hanno un potere evocativo illimitato: i simboli ci toccano emotivamente ed entrano in risonanza profonda con il nostro inconscio, in ciò consiste la magia dei Tarocchi.
Nei Tarocchi di Marsiglia ogni lama maggiore è costituita da tre elementi distinti: un numero situato nella parte superiore della carta, un nome posto in basso, una figura che occupa la maggior parte della carta. Fanno eccezione solo la carta senza nome (Arcano XIII) e il Matto che non possiede numeri.
Ve li proponiamo divisi in tre settenari:
Il Matto, Il Bagatto, La Papessa, L’Imperatrice,L’Imperatore ,Il Papa,,L’Innamorato

Il Carro,La Giustizia,L’eremita,La Ruota della Fortuna,La Forza,L’Appeso,

L’Arcano senza nome

La Temperanza,Il Diavolo,La Torre,La Stella,La Luna,Il Sole,Il Giudizio,Il Mondo

www.tarocchi.it

animation20

IL MATTO

major00.jpg

AL MATTO AFFIDO LE CHIAVI DEL MONDO..LA FOLLIA E IL CORAGGIO DEL PASSO D’ONORE

O LA SPREGEVOLE FINE DI UN IDIOTA?

LA SCELTA E’ SEMPRE NOSTRA..ALL’UMANO IL LIBERO ARBITRIO DI ANDARE INCONTRO ALL’ANIMA..O DI ALLONTANARSI DA ESSA QUEL TANTO CHE BASTA PER NON RICONOSCERLA..

BUON VIAGGIO NAVIGANTI DELL’ANIMA..

LA TRADIZIONE DICE CHE:

In origine il Matto era chiamato “Il Nulla”,è l’Arcano numero “0”, in quanto non può essere identificato numericamente, infatti tutti i numeri sono compresi nello zero: derivano da esso e ad esso tendono. Il Matto rappresenta quindi l’energia primordiale senza limiti, la divinità che è senza forma perché le contiene tutte.
Dal Matto deriva il Jolly o Joker delle carte tradizionali moderne, che può rappresentare tutte le carte a piacere senza identificarsi con nessuna di esse.Se c’è una lettera ebraica che simboleggia il Matto questa è il Tau. Il Matto rappresenta il caos, dal quale tutto inizia e dal quale tutto torna per poi poter iniziare nuovamente. L’energia primordiale del Matto, che è indefinita, si manifesta nell’Arcano successivo, Il Bagatto, che nella sua forza creativa, dà forma a questa energia. Il Matto è l’energia pura, il Bagatto l’energia che vuole manifestarsi. Il Bagatto è rappresentato da un giovane giocoliere e il suo gioco, attraversando tutti gli Arcani, si conclude con il raggiungimento dell’armonia, rappresentata dall’arcano XXI, Il Mondo. Ma il ciclo non ha fine, l’armonia viene sconvolta nuovamente dal Matto che dando le spalle al mondo ha il coraggio di rinunciare a ciò che è precostituito, di andare controcorrente, di slanciarsi verso nuove mete, dando inizio così il via a un nuovo inizio.
Il Matto ci ricorda che la libertà di spirito e la libertà di azione ci permettono di avanzare.
Il Matto nei Tarocchi di Marsiglia è raffigurato come un buffone medioevale. La veste è coloratissima e sul dietro è lacerata da un cane che lo insegue. Alla testa ha un strano copricapo dal quale vediamo soltanto uno dei corni che termina con una pallina. L’altro corno lo possiamo immaginare fuori dalla carta, cosi come fuori campo è la parte posteriore del cane: l’estremo alto e l’estremo basso sono inconoscibili. Il copricapo è giallo ed esprime la luce dell’intelligenza. Il Matto sembra non avere età , il suo sguardo è diretto verso l’alto e guarda in avanti senza alcuna preoccupazione. Voltando le spalle al passato, cammina spedito verso il futuro, tenendo un bastone nella mano destra e portando con la sinistra un sacchetto appeso a un secondo bastone. Annuncia il suo arrivo con il tintinnio dei campanelli attaccati al suo collare e alla cintola , facendo ridere la gente, scacciando gli spiriti maligni e i cani gli corrono dietro per morderlo. I quattro campanellini legati alla cintola rimandano ai quattro centri dell’essere umano, simboleggiati dai semi degli Arcani Minori: Bastoni /centro sessuale- creativo dell’uomo, Coppe/centro emozionale, Denari/centro materiale, corporeo, Spade/centro intellettuale.
Il Matto è indifferente alla derisione altrui derivante dalla sua diversità, ma non bisogna dimenticare che i giullari erano gli unici che potevano dire le verità più sgradevoli anche ai sovrani, protetti dalla loro pazzia che li assimila al mondo divino, esclusi dalle leggi umane che governano il mondo. Pazzia quindi come stato di suprema saggezza.
L’animale che sta dietro al Matto (cane, gatto o lince) sembra spingerlo in avanti mordendolo, e rappresenta il lato animale, istintuale dell’inconscio. Il Matto ha un’espressione sorridente, sembra non sentire la sofferenza del morso dell’animale: non è sopraffatto dalle passioni istintuali e dalle forze dell’inconscio, queste sono state da lui assimilate; indifferente a ciò che lo circonda, la sua saggezza gli permette di distaccarsi dalle cose terrene e materiali e lo porta verso un suo mondo interiore irraggiungibile agli altri. L’animale può anche rappresentare la paura, l’invidia, la rabbia di chi non riesce a capirlo, ma ad esse il Matto è indifferente.
Il Matto è infatti l’eterno pellegrino (il sacchetto del matto sembra ricordare la zucca che i pellegrini usavano come borraccia), è il viaggiatore senza nazionalità e senza legami, e il grande cammino che affronta è per approdare alla conoscenza e alla salvezza. Tutto ciò che il Matto possiede è in un sacchetto color carne che rappresenta il bagaglio delle sue esperienze passate. Il bagaglio sembra non pesargli affatto, le esperienza sono state infatti spogliate da tutto ciò che è superfluo e assimilate, esse porteranno a qualcosa di nuovo con l’Arcano successivo, il Bagatto. Il sacchetto è appeso a un bastone che rappresenta gli impulsi: la follia o il coraggio di andare avanti lasciandosi alle spalle ciò che non serve più. Il bastone finisce a forma di cucchiaio, è un asse recettivo che porta la luce della coscienza, l’essenziale, il substrato utile della esperienza assimilata.

Interpretazione carta al dritto

La carta è estremamente positiva, se esce per prima, alcuni cartomanti terminano il consulto dando una risposta affermativa alla domanda. Altri considerano la carta del Matto in grado di attenuare gli eventuali significati sfavorevoli portati dalle carte vicine.

L’energia del Matto è estremamente favorevole per i nuovi progetti: porta sconvolgimenti e rinnovamenti; ma l’occasione favorevole deve essere afferrata al volo, facendo affidamento sul proprio istinto. Indica anche la liberazione da situazioni opprimenti e stagnanti, rimanda alla libertà di scelta e all’indipendenza. Annuncia cambiamenti di situazioni, capacità di reinventarsi e mettersi in discussione. Tra gli eventi inaspettati che indica ci possono essere anche l’arrivo di una telefonata, una visita. Può indicare un viaggio, spensieratezza e gioia di vivere.
Dal punto di vista sentimentale indica una relazione spensierata e giocosa, ma anche il bisogno di mantenere la propria autonomia all’interno di una relazione.
Dal punto di vista professionale porta nuovi progetti, viaggi di lavoro e contratti positivi da accettare senza indugio.
Il Matto può anche indicare una persona anticonformista, stravagante e geniale, spontanea, sicura di sé, amante del rischio, anche una persona sensitiva. Il Matto rimanda anche all’innocenza, per cui la persona, dicendo, come un bambino, liberamente quello che pensa, può involontariamente ferire con le sue verità.

Interpretazione carta al rovescio:

Impulsività esagerata, imprudenza che può portare a commettere errori. Aggressività e ostilità verso l’ambiente esterno. Situazione stagnante e desiderio represso di libertà. Forti condizionamenti dall’esterno e suggestionabilità, depressione e fuga dalla realtà.
I progetti sono sterili e inconcludenti, il consultante sta imboccando la strada sbagliata con dispendio di energie. Sul piano sentimentale: paura di impegnarsi sentimentalmente, solitudine affettiva, avventura senza seguito, superficialità, vita sessuale disordinata.
Può indicare una persona eccentrica, eccessivamente mutevole, irresponsabile, insicura, istrionica, narcisista.

Pianeta: Urano (rappresenta l’imprevedibile, ciò che accade senza preavviso, la mancanza di schemi logici).
www.tarocchi.it

animation20

IL SOLE

major19.jpg

SOLE E LUNA…MASCHILE E FEMMINILE

SONO DUE CARTE FONDAMENTALI, RAPPRESENTANO AL DI LA DELLE TRADIZIONALI INTERPRETAZIONI IL NOSTRO MODO DI RAZIONALIZZARE (IL SOLE) E DI SENTIRE(LA LUNA).

“NULLA UOMO TU PUOI FARE SE TRALASCI IL TUO CUORE E NON USI LA TESTA “

CI RACCONTANO GIOIE E DOLORI,IL BUIO DENTRO DI NOI E LA LUCE RITROVATA,L’AMORE E LE SUE CROMATURE….SPERA SEMPRE CHE ESCANO ENTRAMBI NELLA STESA PERCHE’ VUOL DIRE CHE TU SEI IN GRADO DI ELABORARE LE TUE ESPERIENZE E DI CRESCERE “DENTRO”


Il Sole, Arcano XIX., la prima interpretazione lo vede come simbolo di vita, di amore, archetipo del Padre cosmico. Il Sole, è padrone dei cieli, fonte del calore e della luce, e dà la vita a tutte le creature. L’illuminazione del Sole è diretta e dà la felicità. Infatti, il significato più espressivo di questa carta è la Felicità, bene per il quale non valgono né denaro né tesori, un dono divino al quale tutti aspirano.
Elimina ogni ombra, in pieno centro del cielo,la luce arancione, intuitiva, della Luna cede il passo al modello essenziale che rifletteva: il giallo fulgore del Sole. Illuminati e riscaldati dal Sole, due personaggi sono uniti nell’attraversamento di un fiume di potente energia. Potremmo dire che l’energia che si trovava al buio nell’Arcano XV,il diavolo, è uscita ora in piena luce e invece del vincolo passionale inconscio, i due personaggi hanno stretto un rapporto di reciproco aiuto, di amore umano allo stato puro. Il personaggio che sta alla nostra destra, dalla parte attiva, è quello che porta ora il segno della Coscienza attiva, mentre il personaggio alla nostra sinistra cammina quasi a tentoni, lasciandosi guidare.. In questi due personaggi, zodiacalmente accostabili ai Gemelli, si potrebbe leggere una metafora del lavoro interiore: la parte cosciente dell’essere aiuta la parte animale, più primitiva, ad accedere a una realtà diversa. Spesso nei Tarocchi questi due personaggi sono raffigurati come bambini, che insieme alla loro nudità, indicano lo stato di innocenza indifesa dell’infanzia, innocenza morale, spirituale e intellettuale, uno stato puro senza le tortuosità mentali proprie dell’adulto. Le vesti sono state dissolte nella carta precedente della Luna, dall’acqua della piscina. La carta indica, perciò, rinascita spirituale. Il bagno purificatore nella piscina ha lavato le scorie che sono state dissolte e aspirate verso l’alto, così che ora ci si trova in uno stato di innocenza luminosa e felice proprio dell’infanzia, la luce risplende chiara e le contraddizioni sono state superate. I due bambini sono rivolti uno verso l’altro, la dualità esasperata della diciottesima lama qui si ricompone poiché è intervenuto il principio fissatore. Naturalmente il processo di unificazione non è ancora compiuto completamente, viene però indicato come esistente in potenza: si realizzerà nella carta seguente della quale questa è il principio, la condizione necessaria.
I due personaggi hanno alle spalle un muro di mattoni d’oro con la superficie superiore e inferiore rossa: sono ancora chiusi, l’energia non è completamente dispiegata, c’è ancora uno sbarramento. Indica però anche protezione dall’esterno, una forza spirituale concreta e tangibile; i due sono uniti dalla stessa parte del muro, il quale li divide da altro, ma non costituisce un ostacolo fra di loro. Il muro è composto di mattoni rettangolari che formano la base, le fondamenta di una costruzione che non sappiamo ancora che cosa sia: nella carta seguente vedremo che si tratta di una tomba.
In questo Arcano l’unione tra i piani celeste, terrestre e umano è totale. Un’unica striscia verde, segno dell’unione fertile tra il calore del sole e l’azione del fiume, rievoca la crescita della vegetazione. Il colore verde indica la forza generativa e rigenerativa, la potenza del germogliare, l’energia vitale che irraggia dal disco solare.
Il Sole è lo stato dell’essere necessario all’ultimo passaggio, quello della Resurrezione, l’estremo andare indietro del Gambero della carta precedente riporta ad uno stadio che è infantile ma non regressivo, anzi è l’estremo sviluppo e perfezionamento dell’essere umano. Difatti c’è una bella differenza con l’infantilismo di chi non ha ancora superato i tabù del Diavolo o subisce passivamente le fluttuazioni inconsce della Luna: nel Sole gli atavismi sono già superati e la regressione è un recupero e nello stesso tempo una dissoluzione dei nodi, delle scorie e quindi non è affatto regressivo ma porta in avanti.
Interpretazione carta al diritto:

E’ insieme con il Mondo la carta più positiva del mazzo e la più rassicurante. II Sole indica il conseguimento di un successo, una realizzazione in qualsiasi ambito della vita umana, negli aspetti intellettuali, emozionali, creativi o materiali. È anche l’inizio di una nuova vita, che si lascia indietro le difficoltà del passato.
Dal punto di vista affettivo indica amore incondizionato, l’incontro di un’anima gemella,
un amico sincero sul quale contare.
Dal punto di vista professionale il consultante ha tutte le qualità per raggiungere l’apice della carriera; può indicare la firma di un contratto vantaggioso.
Può anche rappresentare una persona generosa, allegra, ottimista; spesso indica il padre.
Interpretazioni carta al rovescio:

Il capovolgimento della carta ne rovescia la positività. Il consultante attraversa un momento difficile ma, invece di accettare aiuti e consigli, si rifugia in una sdegnosa solitudine. Può indicare liti, bugie, incomprensioni, malintesi.
Dal punto di vista sentimentale indica litigi e rotture, un amore respinto, un matrimonio in difficoltà.
Dal punto di vista professionale può indicare rotture di accordi; il successo è ritardato.

Può anche indicare una persona egoista e pessimista. (www.tarocchi.it)

animation20

LA LUNA

La Luna è uno dei simboli più antichi dell’umanità, rappresenta l’archetipo femminile materno per eccellenza, la Madre cosmica. La sua qualità fondamentale è la ricettività: la luna, pianeta satellite, riflette la luce del SOLE.Ci troviamo nel cuore della notte: il mondo dei sogni, dell’immaginario e dell’inconscio. I Tarocchi rappresentano la Luna, come il Sole, con una faccia. Ma la Luna non ci guarda negli occhi: è una luna crescente che si presenta di profilo, è in formazione e una parte di essa rimane invisibile. In questo aspetto simboleggia il mistero dell’anima, il processo segreto della gestazione, tutto quello che è nascosto.
La luce incerta della Luna toglie precisione alle figure e confonde le sagome: nel chiarore dell’astro notturno si possono vedere cose inesistenti e d’altra parte non vedere ciò che realmente esiste. Alla luce della Luna è facile fare errori di prospettiva, ingrandire cose piccole o minimizzare le grandi: anzi, nel dubbio in cui ci si dibatte, si ha sempre paura di ingannarsi e/o di essere ingannati. Dobbiamo ricordare che la Luna non irradia luce propria, ma raccoglie e riflette quella del sole così come la mente, l’intelletto, non ha virtù attiva ma solo riflessiva: raccoglie e riflette la luce del cuore e la irraggia fuori per illuminare il cammino.
Il volto della Luna non è quello di una giovinetta, ma è impregnato di una saggezza antica che si irradia nei raggi arancione. I raggi rossi che si alternano con quelli arancioni indicano una grande capacità vitale, un’estrema fecondità. In primo piano predomina l’azzurro, simbolo di spiritualità e intuizione. La Luna è collegata ai ritmi biologici, all’acqua, alle maree, ai cicli femminili, al passaggio dalla vita alla morte.
Sotto la Luna,NEI TAROCCHI TRADIZIONALI, vi sono due animali uno di fronte all’altro, inseriti in un paesaggio in cui si vedono due torri. Sembrerebberoforse un cane e un lupo: ululano alla Luna e si nutrono di essa, delle gocce variopinte che elargisce. Vi si può vedere un simbolo di fratellanza, due fratelli che reclamano il nutrimento (materiale, emozionale o intellettuale) alla madre. L’animale azzurro rappresenta un essere più spirituale, la lingua verde è ricettiva, tiene la coda sollevata e, dietro di lui, la corona di merli della torre è aperta, anch’essa ricettiva; il cane di colore rosa carne, che potrebbe rappresentare la materia, tiene la coda abbassata e ha una lingua rossa attiva, si trova davanti a una torre chiusa, senza porte visibili. Ai piedi di quest’ultima torre si vedono tre gradini bianchi che ricordano gli scalini iniziatici della Torre, Arcano XVI, ma questa torre è chiusa, anche i merli sono ricoperti da altri che sono complementari, come due mandibole serrate: se ne può dedurre che il corpo materiale è rivolto all’azione e viene chiamato a ricevere soltanto attraverso lo spirito, simboleggiato dal cane azzurro.
L’orecchio visibile di ciascun cane ha un colore complementare rispetto all’altro, così come nel simbolo dello yin e dello yang ciascun polo presenta il germe del polo opposto.
La distesa d’acqua che si trova nella parte inferiore della carta è circoscritta come se fosse una piscina, ma è increspata da flutti che ricordano le onde e le maree. Lo scopo dell’acqua è corrosivo, la piscina è una fonte battesimale dalla quale si riemerge puri, bianchissimi, dopo che la veste sporca si è disciolta completamente. Questo acido corrosivo lunare, agisce quindi a profondità abissali non più della Terra o elemento solido, ma a livello delle emozioni e delle pulsioni. L’effetto corrosivo delle acque lunari distrugge la vecchia veste e fa uscire dalla piscina nudi: infatti nelle carte seguenti fino al XXI i personaggi non hanno più vestiti.
Al centro delle acque uterine si trova un granchio o un gambero nel quale possiamo vedere un simbolo dell’Io che aspira al contatto con la Luna. Questo contatto già esiste, in quanto il crostaceo e l’astro hanno gli stessi colori. Il granchio desidera l’unione con la Luna senza sapere che come tutti gli altri elementi della carta è già in comunione con lei. Lo si può vedere immerso nelle profondità dell’acqua oppure, al contrario, che galleggia in superficie. In entrambi i casi ci esorta a entrare in contatto con l’intuizione, il tesoro occulto che tutti noi ci portiamo dentro. Il moto del gambero è a ritroso, così che sembra retrocedere quando si sposta in avanti. Questa è la caratteristica della Memoria, facoltà lunare assai preziosa: essa va indietro per riportare alla luce. Infatti, andare indietro significa anche tornare all’infanzia e scendere negli abissi dell’inconscio.
Il granchio ha otto zampe: come se la virtù dell’Arcano precedente, la Stella, costituita da otto punte, si fosse incarnata profondamente nelle acque sotto l’aspetto di un crostaceo, animale acquatico che può vivere anche in superficie, scavando buchi nella sabbia o nel fango del fondo. E c’è anche da dire che il granchio, animale lunare, perde il suo guscio per cambiarlo. Quindi, il granchio, come il serpente, rinnova il suo rivestimento esteriore, cosa questa che ha portato ad associare il serpente all’immortalità. Anche la Luna con le sue fasi ha lo stesso significato: il suo mutare la avvicina alle alterne vicende umane e allude alla rinascita dopo la morte, all’eternità.
Condizione necessaria per affrontare la piscina è l’equilibrio e l’armonia, il senso della misura. Tutto deve svolgersi secondo le leggi dell’armonia e delle corrispondenze, già indicate dalla carta precedente. Non dimentichiamo che per affrontare la Luna ci vuole anche la Speranza e soprattutto bisogna voler uscire dalla piscina: infatti non vi si entra per annegare ed essere distrutti dalle acque, ma per uscire purificati. La Luna è un centro di coagulazione, anche se lo è in modo riflesso e non diretto.
A seconda dei punti di vista, questa carta può rappresentare la comunicazione intuitiva profonda, oppure al contrario la carta della solitudine, della separazione. Si può, infatti, anche immaginare che il granchio sia uscito dall’acqua e che i cani stiano litigando, e che tutti si sentano abbandonati dalla Luna e dalla sua forza spirituale. Le gocce che risalgono verso la Luna possono rappresentare la sua capacità ricettiva, ma anche, in senso negativo, un insaziabile assorbimento di energia.

La carta rimanda, allora, al caos mentale, alla follia. Tra l’altro, la falce di luna chiusa nel cerchio blu ha una certa somiglianza con la faccia del Matto. Ma si tratta di follie diverse. Il Matto è del tutto “fuori”, il lunatico è ancora preda delle illusioni che teme, ma ha una luce che dardeggia dall’alto e si riflette nella piscina in forma di granchio, per indicare che ciò che è compiuto in basso lo è anche in alto e viceversa.
Anche l’Arcano XII, l’Appeso, è strettamente connesso alla Luna, in quanto rappresenta una sosta, una gestazione spirituale, uno stato di ricezione. Ma nella Luna, lo stato di ricezione è universale: per terra spuntano gocce rosse e azzurre che stanno per risalire fino all’astro, questa circolazione è il segno di uno scambio energetico tra la Terra e la Luna.
La Luna ha, anche, a che fare con la Papessa perché sia l’una che l’altra simboleggiano il dualismo e le contraddizioni attraverso le quali bisogna passare per arrivare all’illuminazione. Il Diciotto è una porta formata da due Nove.

Interpretazione carta al diritto:

La Luna è connessa alle facoltà inconsce dell’uomo, la memoria, l’intuito, la fantasia, il sogno. Tuttavia, trattandosi di un arcano mai completamente positivo, associa queste qualità del profondo con altre caratteristiche meno desiderabili: l’eccessivo ripiegamento su se stessi, desideri inconfessati, traumi, presentimenti e visioni angosciose. La carta indica che bisogna fidarsi dei presentimenti, delle percezioni psichiche e che bisogna usare la riflessione: gli istinti e le forze cieche possono aiutare. Può indicare segreti, rimpianti, ricordi, incontri con persone che appartengono al passato, amici d’infanzia o parenti che non si vedono da tempo.
Dal punto di vista affettivo rimanda ad amori passionali; rimanda anche alla casa, alla famiglia, ai parenti.
Dal punto di vista professionale indica che non bisogna lasciarsi spaventare dai pericoli e dalle avversità, ma perseverare nello scopo prefisso anche se il cammino è incerto e non ci si vede troppo chiaramente; rimanda a professioni creative.
Può, anche, rappresentare una persona sognatrice e fantasiosa, ma ingenua, pigra, passiva, con ancora qualche tratto infantile nel carattere. Spesso indica la madre oppure una donna misteriosa ed affascinante.

Interpretazione carta al rovescio:

La Luna rovesciata rimanda ai risvolti negativi delle energie inconsce: l’inquietudine, la depressione, le emozioni distruttive. Illuminata dal chiarore della luna la realtà può assumere sembianze false e ingannevoli, contro cui l’Arcano ci mette in guardia. Indica superficialità, illusioni, evasioni fantastiche e intuizioni ingannevoli. Segreti possono essere divulgati.
Dal punto di vista affettivo rimanda a sentimenti mutevoli, inganni e tradimenti; la relazione è confusa, priva di prospettive concrete.
Dal punto di vista professionale indica un lavoro non adatto al consultante; false promesse, inganni sul lavoro.

Può anche rappresentare una persona mutevole, lunatica, un visionario e falsi amici.

(www.tarocchi.it)

animation20

(Il mazzo delle foto è il DEVA TAROT )

14 risposte a TAROLOGIA

  1. MARTA ha detto:

    ciao nunzy…accidenti che bel sito..mi ci perdo .ma questo spazio mi piace…
    possiamo parlare di carte?
    io sono un appassionata di jodoroskj

  2. giada ha detto:

    Il matto è una carta molto singolare..davvero io credo dipenda da..lui tutto l’intero percorso..
    da zero a 22…
    ciao

  3. miriam ha detto:

    Cara serena
    io faccio le carte e le studio da una vita..le ho sempre considerate un modo molto valido per arrivare alla percezione delle cose,a me hanno aiutato in moltissime occasioni,e mi hanno permesso di aiutare chi ne aveva bisogno..
    il divino trova le sue modalità per farci arrivare..l’orecchio attento sa cogliere..un animo predisposto sa prendere..ciao

  4. serena ha detto:

    Finalmente parliamo di carte!!
    mi piacerebbe sapere come uno può capire se ha il dono della lettura..
    io le faccio da tanto tempo,fra amici senza nessuna pretesa, gli altri mi dicono che sono brava..io non ho mai studiato niente,e onestamente non mi prendo neanche sul serio…ma le amo tanto!
    vorrei qualche consiglio.grazie

  5. nunzyconti ha detto:

    Il dono della divinazione è dentro la nostra anima….non fatene uno spreco, questo solo conta,usateli come un percorso di conoscenza,come un mezzo per entrare in sincronia con il “mondo delle idee” che come un aurea è già scritto intorno a noi.
    nunzy

  6. carlo ha detto:

    astrologia e tarologia…..che ne pensi????
    c’è una sincronia perfetta a mio avviso inquietante!
    carlo

  7. nunzy conti ha detto:

    certamente che c’è sincronia…io ritrovo elementi che le rendono indiscutibilmente due percorsi che analizzati con saggezza possono aiutarci a riconoscerci e ritrovarci
    i percorsi dell’anima..non un banale mezzo previsionale..
    ciao carlo

  8. ivano81 ha detto:

    Cara Nunzy,eccoci qui ! Nell’altro post,ti ho descritto le facolta’ di questa ragazza,che non chiede nulla in cambio e che conosco fin dalla nascita…..cioe’,tu non puoi immaginare cio’ che sa ! Ti giuro che sembra che ti abbia messo una cimice in casa,e poi con che dovizia di particolari !! Oltre ai tarocchi,e’ un’esperta di occultismo,e una volta mi fece le carte anche se ero un po’ restio… mi disse: “bravo,stai uscendo con una ragazza di una localita’ qua vicino;ma attento,il suo ragazzo l’ha lasciata,e lei sta uscendo con te,solo per farlo ingelosire ! Ma stai tranquillo…lui la caccera’…”….non solo era tutto vero,ma la tipa,dopo averle chiarito che non ero un burattino,ha fallito il suo tentativo con l’ex !!! T’immagini ??! Comunque per quanto riguarda l’astrologia,venere in scorpione e luna in toro non sono ancora decifrabili per me !😀

  9. nunzy conti ha detto:

    ….IL MIO COMMENTO NON SI RIFERIVA A LEI..è TUA AMICA..NONPUò VOLERTI MALE…MIRIFERISCO ALL’APPROCCIO NEI CONFRONTI DI ESTRANEI….NE HO SENTITE DI TUTTI I COLORI….
    HAI LETTO POST SU JODOROWSKY?…

    ***PRESTO IMPARERAI A DECIFRARTI…***

  10. arcangelo ha detto:

    Bellissimo post!!! sai quanto mi piacciano i tarocchi e quanto cerchi alle prime armi, di sentirli..ancora nelle orecchie il rimbombo di serata DEVA TAROT..indimenticabile.
    Bacio!

  11. nunzy conti ha detto:

    Caro arcangelo..queste che vedi sono le deva-tarot(a parte l’asso di coppe)
    zia nutella provvederà a faRE UNA COSA PER TE…..TI ADOROOOOOOO

  12. nunzy conti ha detto:

    @PER ARCANGELO
    SONO TUTTE PER TE..REGALINO DELLA ZIA NUTELLA..
    http://picasaweb.google.com/TarotRussia/DevaTarot
    USALE CON ANIMO PURO…
    E QUESTO è L’INIZIO DEL CAMMINO
    http://picasaweb.google.com/TarotRussia/DevaTarot/photo#s5192019521453827042

  13. Visconti ha detto:

    Sono una passionato del mondo onirico e in questo blog, leggo parecchi riporti integrali dal libro di Omar e Zaira “Tarocchi poteri magici” stampato dalla casa editrice Meb.

  14. Fiorella ha detto:

    Che bello il tuo blog! Vieni a visitare il nostro, troverai articoli di Astrolgia Psicologica, Tarologia, Psicologia, Poesie, Sentimenti … lasciaci un tuo commento!
    Siamo all’inizio di quest’esperienza e ci piacerebbe anche scambiare link con blog interessanti come il tuo!
    http://www.centrobenesseredellamore.com/
    https://www.facebook.com/pages/centro-benessere-dellamore/114910628526419

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...